The Document Foundation, LibreOffice and OOXML

From The Document Foundation Wiki
Jump to navigation Jump to search
This page is a translated version of the page LibreOffice OOXML and the translation is 100% complete.

Warning: Display title "The Document Foundation, LibreOffice and OOXML" overrides earlier display title "LibreOffice OOXML".

Domande e risposte

The Document Foundation supporta OOXML?

La Document Foundation promuove e supporta gli standard aperti. Tra questi OpenDocument Format (ODF), che offre molti vantaggi a cittadini, governi e aziende e libera i documenti e gli utenti dal lock-in proprietario.

Il motivo per cui promuoviamo con entusiasmo l'ODF è che crediamo che nessun altro standard fornisca il giusto livello di neutralità del fornitore con una partecipazione e un'implementazione diffuse. Riteniamo che l'assenza di lock-in da parte di ODF garantisca l'investimento in documenti e software, a grande vantaggio di tutti i cittadini, i governi e le imprese. La Document Foundation non promuove né supporta OOXML.

Perché LibreOffice offre la possibilità di leggere, modificare e salvare documenti in OOXML?

Proprio come OpenOffice.org, LibreOffice consente ai suoi utenti di gestire i documenti nel formato utilizzato da Microsoft Office 2007 e 2010. È importante capire che questi formati, chiamati anche OOXML, sono in effetti leggermente diversi dallo standard ISO con lo stesso nome; infatti non è chiaro se qualcuno sia in grado di implementare lo standard ISO.

Per evitare confusione, di seguito faremo riferimento ai formati Microsoft prodotti da Microsoft Office come Microsoft Open XML (MOX). Per consentire lo scambio di dati, LibreOffice e OpenOffice.org prima di esso, si sono tradizionalmente confrontati con la realtà di un mondo pieno di dati in molti formati tutt'altro che ideali. I nostri utenti sono abituati a scambiare dati in modo bidirezionale tra molti formati proprietari e i loro equivalenti di Software Libero. In effetti ci sono poche scelte per un giocatore non dominante per evitare deliberatamente l'interoperabilità e rimanere rilevante.

C'è una differenza nel modo in cui OpenOffice e LibreOffice supportano MOX?

Sì, ce ne sono due. OpenOffice.org offre la possibilità di leggere documenti di Microsoft Office 2007 e 2010, di accedervi, ma non di salvare documenti in questi formati. LibreOffice offre la possibilità aggiuntiva di salvare documenti in questi formati. Tuttavia, OpenOffice.org ha la stessa capacità; ma finora è stato disattivato dal software. Riteniamo che sia solo questione di tempo prima che tale funzionalità venga riattivata.

L'altra differenza è che LibreOffice incorpora patch specifiche che migliorano i filtri per Microsoft Office 2007 e 2010. Queste patch sono facilmente identificabili nel nostro repository di codice (vedi le nostre FAQ tecniche) e il loro autore è Novell.

Ah! Quindi Novell sta portando strani pezzi di software da Microsoft per tradire il Software Libero!

Non è proprio una domanda, ma ci sono alcune cose che sono abbastanza chiare per Document Foundation:

  • Novell e Document Foundation non sono la stessa entità, né Novell possiede Document Foundation. Novell è uno dei collaboratori, tra molti altri, alla Document Foundation.
  • Le patch relative al supporto dei formati Microsoft Office provenienti da Novell sono il risultato indiretto di uno specifico accordo tra Novell e Microsoft. Usiamo la parola "indiretto" qui, poiché l'accordo copre il software noto come "OpenOffice Novell Edition" e non è lo stesso di LibreOffice.
  • Per quanto a conoscenza di Document Foundation, non esiste alcun accordo specifico tra Novell e Microsoft su LibreOffice. (Ma ripeto, non siamo Novell né rappresentiamo l'azienda in alcun modo).

Non vi sentite come se tradiste il Software Libero e Open Source, così come gli Standard Aperti come ODF?

No. E se ci sentissimo così, agiremmo immediatamente per rimuovere l'intero blocco. Quello che offriamo ai nostri utenti è la comodità; se non offrissimo queste funzionalità non serviremmo gli utenti e riceveremmo messaggi giornalieri che richiedono il supporto dei nuovi formati di Microsoft Office. Inoltre, lo stesso ragionamento vale per i vecchi formati Microsoft Office che supportiamo; e mentre per un po' si è pensato che fosse possibile impedire alle persone di utilizzare questi formati o addirittura di acquistare Microsoft Office, si è scoperto che non era possibile. Riteniamo, tuttavia, che offrendo una suite per ufficio completa e innovativa che esiste in un ecosistema ODF ricco e diversificato, ODF alla fine prevarrà.

E gli altri standard proprietari?

Sfortunatamente, il mondo non è un posto perfetto e, in quanto tale, la domanda degli utenti e la compatibilità ci portano a supportare molti formati con pedigree di standard dubbi o addirittura nessuno standard formale. Un esempio è il PDF: forniamo per impostazione predefinita sia i filtri di esportazione che quelli di importazione. Allo stesso modo, possiamo esportare le presentazioni in SWF (Flash). Supportiamo anche vari formati di immagine di dubbia reputazione esportati in: Windows Meta Files (WMF), Extended Meta Files (EMF) e persino il formato di file GIF ampiamente odiato. Chiaramente, nessuno di questi è raccomandato. Abbiamo anche il nostro formato Star View Metafile (SVM) non standardizzato supportato. Allo stesso modo, per i documenti esportiamo e importiamo file RTF, nonostante questi siano l'eredità di una precedente guerra degli standard dei documenti, e chiaramente esportiamo e importiamo i formati di file binari Microsoft legacy DOC / XLS / PPT. Infine, importiamo, esportiamo ed eseguiamo macro di Visual Basic for Applications, nonostante il diffuso disprezzo per questo linguaggio.

Sfortunatamente, rimanere rilevanti nello spazio ufficio richiede un tale compromesso, tuttavia rimaniamo impegnati a guidare e raccomandare standard aperti ove possibile.

Posso disabilitare il supporto MOX all'interno di LibreOffice?

Siete certamente incoraggiati a farlo. Innanzitutto, il supporto MOX può essere disattivato modificando la configurazione XML di LibreOffice. Date un'occhiata a questa pagina e sentitevi liberi di aggiungerlo. Incoraggiamo chiunque a progettare un'estensione in modo che il supporto MOX possa essere disattivato facilmente in due clic.

In secondo luogo, poiché in realtà non promuoviamo questi formati, stiamo chiarendo ai nostri utenti che il salvataggio in questi formati comporta rischi di varia natura e che non è il nostro formato preferito. ODF lo è. Il salvataggio in questi formati farà apparire la finestra di dialogo del formato esterno standard (localizzato), che recita:

"Questo documento può contenere formattazioni o contenuti che non possono essere

salvato nel formato di file di testo Office Open XML. Vuoi salvare

il documento in questo formato comunque?


Usate l'ultimo formato di file ODF e assicuratevi che tutta la formattazione e

il contenuto sia salvato correttamente.

[ Keep Current Format ] [ Salva in formato ODF ]


OOXML popup.png

Sezioni in grassetto aggiunte: consigliamo invece ODF.

NB: probabilmente cambieremo il testo di questa schermata pop-up in seguito per sottolineare la nostra scelta preferita.

Qualche dettaglio tecnico in più

Dovete leggere le FAQ principali su MOX prima di arrivare qui.

Dove posso trovare il codice relativo al supporto MOX in LibreOffice?

Il filtro MOX è diviso in due posizioni. Il filtro di esportazione in writer riutilizza la maggior parte del codice che ora è condiviso tra RTF, DOC e esportazione DOCX - che risiede in sw/source/filter/ww8/ - e i file primari hanno il prefisso docx* Allo stesso modo per calc ( sc/source/filter/) e impress (sd/source/filter/eppt, sd/source/filter/ppt) - il codice è condiviso. Ciò riflette due cose: in primo luogo una buona pratica ingegneristica nel non duplicare il codice e, in secondo luogo, la somiglianza non sorprendente nella struttura e nel contenuto dei formati di file binari obsoleti di Microsoft e MOX. I filtri di importazione sono sostanzialmente duplicati e risiedono nella directory oox/ per quasi tutti tranne il filtro di importazione docx che risiede nella directory writerfilter.

Per determinare l'origine di ogni singolo pezzo di codice, eseguite semplicemente 'git annotate' sul file dato dopo aver estratto i repository git, si veda qui: Development/gerrit

Posso proporre patch alternative per questa funzione?

Ovviamente ! Diamo il benvenuto a tutti i contributi di codice utili. Se ritienete di aver apportato miglioramenti o modifiche al codice, consultate Development/GetInvolved.

Posso spedire LibreOffice con il supporto MOX disattivato?

Ovviamente. Il modo più semplice per farlo è cercare Excel_2007 in filter/source/config/fragments/* e rimuovere tutte le istanze – patch per farlo come build condizionale all'elenco, come sopra. Per disabilitare la compilazione del codice, i file makefile.mk nelle directory precedenti avrebbero bisogno di condizioni di compilazione simili.