Documentazione/Client Nextcloud

From The Document Foundation Wiki
Jump to: navigation, search
This page is a translated version of the page Documentation/NextcloudClient and the translation is 100% complete.

Other languages:
dansk • ‎English • ‎español • ‎italiano • ‎português do Brasil

Premessa

La Document Foundation usa NextCloud per memorizzare i file utilizzati per la produzione delle guide e per altri lavori di documentazione. Qui vi illustriamo come impostare l'applicazione client di NextCloud sul vostro computer e come effettuare, in modo intelligente, una sincronizzazione con una cartella locale.

Gnome-dialog-warning.svg

Degli strumenti potenti possono provocare dei disastri.
Usate la sincronizzazione delle cartelle con attenzione.


Pro e contro dell'utilizzo del client di NextCloud per un lavoro in collaborazione

Pro Contro
La sincronizzazione automatica viene effettuata silenziosamente in background. Come ogni cartella condivisa, tutte le azioni effettuate sui contenuti vengono propagate a tutti coloro che effettuano la sincronizzazione con la stessa cartella del server. Pertanto è necessaria una particolare attenzione quando modificate o cancellate un file o delle cartelle.
Quando sorgono dei conflitti (due utenti che modificano lo stesso file), NextCloud salva su ciascun cliente delle copie dei contenuti e non effettua la loro fusione. Dovete risolvere manualmente i conflitti derivanti dalle modifiche.
L'utente non deve usare un browser per scaricare e caricare i capitoli ed i file sul server NextCloud. Sincronizzazioni poco accurate possono causare alti volumi di trasferimento dati. Procedete selezionando le cartelle giuste da sincronizzare. Evitate di sincronizzare dati privi di interesse.
Ogni cosa è condivisa con la squadra di lavoro. Siate consapevoli di ciò che sincronizzate nella cartella condivisa. Si raccomanda di non memorizzare dati privati o sensibili.

Scaricamento e installazione del client di NextCloud

Per Windows 7, 8, 10

Visitate la pagina NextCloud Clients e scaricate l'installer per Windows.

Fate un doppio clic sul file per avviare l'installazione.

Per Linux

In Linux, il modo migliore è quello di scaricarlo ed installarlo direttamente dai repository della vostra distribuzione.

Se ciò non è fattibile, visitate la pagina NextCloud Clients e scaricate la appimage per Linux. Procedete quindi ad installare la AppImage sulla vostra distribuzione.

Per macOS

Visitate la pagina NextCloud Clients e scaricate l' installer per macOS.

Regolare le impostazioni del client di NextCloud

Sincronizzazione intelligente

Sincronizzazioni inadeguate possono dar vita a cospicui flussi di dati tra il vostro computer ed il server della Fondazione. Non è necessario sincronizzare tutte le cartella presenti sul server.

Aprite il pannello di controllo di NextCloud e selezionate le cartelle da sincronizzare. Impostate o meno il segno di spunta sulle corrispondenti caselle all'interno dell'albero delle cartelle del server, come di seguito illustrato.

Pannello di controllo del client di NextCloud

Consigli ed avvertenze relativi alla sincronizzazione

  • la sincronizzazione è un processo lento in quanto dipende dalla connessione ad internet;
  • dato che i dati viaggiano avanti e indietro su internet, la procedura può impiegare qualche secondo o diversi minuti;
  • la sincronizzazione si attiva ogni volta che sul vostro disco locale un file viene modificato; in altre parole, il file viene sincronizzato ogni volta che lo salvate;
  • prima di spegnere o sospendere il vostro computer, aspettate qualche secondo per accertarvi che il processo si sincronizzazione sia completato;
  • il programma è munito di un indicatore visuale (icona) che compare nella system tray del computer. Usatela per osservare le operazioni di sincronizzazione;
  • anche se il programma è robusto e può riprendere la maggior parte della sincronizzazioni incomplete (comprese quelle dovute a cadute di linea della rete), è preferibile non metterlo alla prova.