Profilo utente

From The Document Foundation Wiki
Jump to navigation Jump to search
This page is a translated version of the page UserProfile and the translation is 100% complete.
Other languages:
Deutsch • ‎English • ‎Nederlands • ‎Türkçe • ‎dansk • ‎español • ‎français • ‎italiano • ‎português do Brasil • ‎čeština • ‎русский • ‎українська • ‎中文(中国大陆)‎ • ‎日本語 • ‎한국어

Che cos'è?

Il profilo utente è la cartella che memorizza tutti i dati relativi all'utente come estensioni, dizionari personalizzati, modelli, ecc.

Questa cartella non viene rimossa durante la disinstallazione o l'aggiornamento di LibreOffice, quindi le vostre personalizzazioni vengono mantenute.

Fare prima un backup

Prima di modificare il vostro profilo utente, create un backup in modo da poter tornare al vecchio profilo.

Gli sviluppatori di LibreOffice potrebbero richiedere una copia del vostro profilo utente per il debug e la correzione dei bug, quindi non eliminate immediatamente il file di backup.

Nota: se personalizzate pesantemente LibreOffice, fare un backup periodico del profilo può aiutare in caso di problemi. Anche se le scorciatoie, l'interfaccia utente, ecc. possono essere esportate tramite singoli file di configurazione, il ripristino dell'intero profilo vi risparmierà l'importazione di ogni singolo file di configurazione e la reinstallazione delle estensioni da voi aggiunte.

Risolvere un danno

Molti problemi in LibreOffice possono essere causati da un danneggiamento del profilo utente.

Quando si notano strani comportamenti in LibreOffice, la prima cosa da fare è ripristinare il profilo utente. Per farlo, attenetevi alla seguente procedura.

LibreOffice 5.3 e versioni successive

  • avviate LibreOffice e selezionate Guida ▸ Riavvia in modalità provvisoria
    • nella finestra di dialogo Accedi alla modalità provvisoria selezionate Riavvia
    • LibreOffice si riavvierà e visualizzerà la finestra di dialogo Modalità provvisoria
  • se il vostro problema è che LibreOffice non si avvia affatto, digitate dalla riga di comando libreoffice --safe-mode o usate la voce del menu di avvio "LibreOffice (modalità provvisoria)" su Windows
  • selezionate Continua in modalità provvisoria
  • fate clic su Test e vedete se il problema si è risolto:
    • se il problema persiste, è possibile uscire dalla modalità provvisoria perché il profilo utente non era la causa del problema.
    • se il problema è risolto, c'è qualcosa di sbagliato nella configurazione. Avviate ancora LibreOffice in modalità provvisoria per visualizzare la finestra di dialogo in modalità provvisoria. Ora potete provare a disabilitare l'accelerazione hardware o ripristinare il vostro profilo utente.

Procedura manuale (per tutte le versioni)

Se state usando una vecchia versione di LibreOffice, o se la procedura guidata dell'Aiuto dettagli di seguito vi sembra troppo complicata:

  • Chiudete LibreOffice, incluso "QuickStart" nella barra delle applicazioni.
  • Trovate il vostro profilo utente documentato di seguito in accordo col vostro sistema operativo.
  • Rinominate la cartella /user come (per esempio) /user-vecchia.
  • Riavviate LibreOffice e verrà generato un nuovo profilo utente con le impostazioni predefinite.
  • Testate e verificate che il problema sia risolto.
    • Se il problema persiste, potete ripristinare il profilo precedente poiché non era la causa del problema. Per farlo, eliminate la nuova cartella /user e rinominate la precedente col suo nome originario /user.
    • Se il problema è risolto, significa che uno o più file di configurazione sono stati danneggiati. Ma ciò non significa che l'intero profilo sia inutilizzabile. Se avete fortemente personalizzato LibreOffice, potete comunque provare a recuperare alcune parti della vostra configurazione: poiché avete conservato un backup (/user-vecchio), copiate le sottocartelle (una alla volta) e riavviate LibreOffice per vedere se il problema si ripresenta o meno. È quindi possibile individuare da dove proviene il problema. Guardate il contenuto del profilo (di seguito), alcuni sono meno inclini alla corruzione di altri.

Informazioni per esperti

Trovate la posizione del vostro profilo utente: Strumenti ▸ Opzioni ▸ LibreOffice  ▸ Percorsi.

Posizioni predefinite

Il numero utilizzato nel percorso sottostante si riferisce all'ultima versione principale di LibreOffice che ha creato quel tipo di profilo. Il formato è cambiato da LibreOffice 3 a LibreOffice 4. Ci si potrebbe chiedere perché il numero non sia aumentato con LibreOffice 5; questo perché il formato non è cambiato da LibreOffice 4. La modifica di quel numero farebbe perdere la configurazione personale di ciascun utente. Se LibreOffice dovesse mai cambiare o rimuovere quel numero in futuro, allora i vostri script dovranno essere modificati.

Windows

  • %APPDATA%\libreoffice\4\user (LibreOffice 4 a 7)
  • %APPDATA%\libreoffice\3\user (LibreOffice 3)

Nota: su una normale installazione di Windows, %APPDATA% corrisponde a C:\Users\<user name>\AppData\Roaming, su Windows Vista e successive, almeno nella versione inglese di Windows (parte del percorso potrebbe essere localizzata in versioni non inglesi).

Quindi, potete copiare e incollare %APPDATA%\libreoffice\4 nella barra degli indirizzi di Esplora file e premere Invio per accedervi direttamente. Oppure premete ⊞ Win+r e scrivete %appdata% e premete Invio.

GNU/Linux

  • /home/<nome utente>/.config/libreoffice/4/user (LibreOffice 4 a 7)
  • /home/<nome utente>/.config/libreoffice/3/user (LibreOffice 3 dalla versione 3.5.0)
  • /home/<nome utente>/.libreoffice/3/user (antecedente a LibreOffice 3.5.0)

Nota: questo è relativo ai pacchetti LibreOffice distribuiti da The Document Foundation. Le versioni fornite dalla vostra distribuzione Linux potrebbero utilizzare un percorso leggermente diverso.

Ricordate che la cartella .config è una cartella nascosta nella vostra /home.

macOS

  • ~/Library/Application Support/LibreOffice/4/user (LibreOffice 4 a 7)
  • ~/Library/Application Support/libreoffice/3/user (LibreOffice 3)

Per LibreOffice Vanilla fornito da Collabora al controllo dell'App Store

  • ~/Library/Containers/com.collabora.libreoffice-free (LibreOffice 5.4)

LibreOffice Portatile

  • LibreOfficePortable\Data\settings\user

Contenuti del profilo utente

All'interno del profilo utente ci sono diverse cartelle molto specifiche:

  • autocorr: tabella di sostituzione che è possibile impostare in Strumenti ▸ Correzione Automatica ▸ Opzioni correzione automatica…
  • autotext: il "Glossario" Strumenti ▸ Glossario che si crea.
  • backup: i backup dei file che si creano selezionando l'opzione Crea sempre copia di backup in Strumenti ▸ Opzioni ▸ Carica/Salva ▸ Generale.
  • basic: tutte le vostre macro.
  • config: alcuni file di configurazione. Qui sono archiviate anche le tavolozze dei colori personalizzate.
  • database: database che si registra.
  • extensions: le estensioni registrate.
  • gallery: la tua galleria personale Visualizza ▸ Gallery.
  • psprint: può contenere una sottocartella "driver" (che può essere vuota), una sottocartella "fontmetric" e il file "pspfontcache" (dove sono archiviati i font di stampa). La cartella "psprint" può non essere presente. Se è presente, può essere cancellata senza problemi. Se è stata cancellata, non viene ricreata automaticamente.
  • registry: contiene la maggior parte dei file di configurazione.
  • scripts: contiene file facoltativi di script definiti dall'utente: BeanShell, Java, JavaScript e Python. (ad esempio, gli script che si trovano sotto: Strumenti ▸ macro ▸ Crea Macro ▸ Python ▸ MieMacro)
  • store: può contenere il file ".templdir.cache", che è un modello del file cache. La cartella "store" può mancare del tutto ma è di solito presente. Se presente, può essere cancellata senza problemi. Se è cancellata, è di solito, ma non sempre, ricreata.
  • temp: può contenere la sottocartella "embeddedfonts" che contiene la sottocartella "fromdocs" e la sottocartella "fromsystem". Le sottocartelle fromdocs e fromsystem possono essere vuote o contenere file temporanei. La cartella "temp" può anche contenere un file denominato "document_io_logring.txt", che è un registro delle istruzioni eseguite. La cartella "temp" può non essere presente. Se è presente, può essere cancellata senza problemi. Se cancellata, non sempre viene ricreata automaticamente.
  • templates: modelli personali File ▸ Modelli ▸ Gestisci ▸ Miei modelli.
  • uno_packages: estensioni installate dall'utente.
  • wordbook: i dizionari personalizzati. (si veda anche questo tutorial)

Alcune estensioni (come OOoLatex) possono aggiungere altre cartelle.

NOTA: oltre al profilo utente, LibreOffice considera la configurazione per tutti gli utenti che è possibile trovare nelle sottocartelle all'interno della cartella di installazione principale (ad esempio, /opt/libreoffice/share su Linux per LibreOffice versione "ufficiale", o \Programmi\libreoffice\share su Windows)

Riutilizzare i profili utente

Un solo profilo utente deve essere sempre accessibile solo da un singolo processo di LibreOffice. Internamente, se un singolo utente avvia più processi LibreOffice che accedono tutti allo stesso profilo utente, solo il primo processo esegue il lavoro reale, come l'apertura di documenti per la modifica, e i processi in eccesso passano gli argomenti della riga di comando al primo per l'elaborazione. Soprattutto, non è necessario riutilizzare un profilo utente singolo su più account di un computer o tra diversi computer.

Inoltre, diverse versioni di LibreOffice possono memorizzare diversi tipi di dati nei rispettivi profili utente. Se una nuova versione di LibreOffice non trova ancora un profilo utente nel percorso predefinito per quella versione, cerca i profili utente esistenti dalle vecchie versioni di LibreOffice o OpenOffice.org in posizioni ben note e migra tutti i dati che può continuare a utilizzare per la nuova posizione. Se si richiede esplicitamente una versione di LibreOffice per riutilizzare un profilo utente da un'altra versione, potrebbero verificarsi strani effetti.

Tuttavia, la maggior parte del contenuto del profilo utente può essere copiata in modo sicuro da una macchina a un'altra per duplicare la stessa configurazione. Soprattutto dizionari personalizzati, tavolozze di colori, scorciatoie, barre degli strumenti, estensioni…